-DOLOMITI GRANDE TRAVERSATA SCIALPINISTICA (osa) da Passo PORDOI a CORTINA in 3 giorni su richiesta 370€/4 pers.


ATTENZIONE: la proposta si riferisce al punto 2) che trovate scorrendo verso il basso questa stessa pagina. 

1) Dolomiti TRAVERSATA in 3 gg.da Passo S.Pellegrino a Penia/Canazei,Passo Pordoi
Impegno:BSA
Questa traversata è stata pensata per essere unita a quella che dal Passo Pordoi arriva fino a Cortina (descritta di seguito) per attraversare una bella porzione di Dolomiti in 6 intensi giorni di scialpinismo con impegno graduale, iniziando percorrendo vallate e alti colli per finire salendo cime impegnative e di grande soddisfazione. Anche il solo percorrere 3 dei 6 giorni di questa favolosa traversata rappresenta un’opportunità per sciare con le pelli, tra alcune delle montagne più suggestive del mondo!

G1. Ritrovo a Passo San Pellegrino e sci fuoripista con uso di impianti al Col Margherita, un modo divertente e tecnicamente validissimo per iniziare la traversata, per conoscersi e affinare la tecnica di discesa. Le discese dal Col Margherita (skipass giornaliero da acquistare a parte) sono tra le più remunerative e comode di tutte le Dolomiti. Si pernotta al confortevolissimo Rifugio Fuchiade 1971m.

G2.Messe le pelli di foca ci portiamo verso nordest al passo di Forca Rossa incastonato tra le cime d’Ombretta a 2486m da dove con lunga e piacevole discesa raggiungiamo Malga Ciapela 1446 dove pernottiamo in albergo.

G3.Risalendo la Val Pettorina ci inoltriamo nell’alpe di Malga Ombretta ai piedi della colossale parete sud della Marmolada che bordeggiamo per intero passando per il Rif. Falier (chiuso in inverno) salendo al Passo Ombretta 2730m da dove con discesa entusiasmante arriviamo al fondo della Val Contrin in località Penia dove la traversata ha termine. Impianti e ski-bus o taxi (non compresi) per tornare al Passo S.Pellegrino a recuperare l’auto.

Chi prosegue la traversata sale al Passo Pordoi con gli impianti di risalita dove si pernotta.

DATE: da gennaio ad aprile su richiesta

PREZZO: 580€ con 2 persone o 370€ con min. 4 persone.

Cos’è compreso: Guida Alpina, mezza pensione in rifugio. Non sono compresi gli impianti di risalita e/o taxi se necessari per varianti.



2) TRAVERSATA DAL PASSO PORDOI A CORTINA, 3 splendide e non banali cime di 3000 m. in Dolomiti in 3 giorni.
Cima Piz Boè




Si tratta di un itinerario tutt’ altro che banale e che permette di salire (e scendere) alcune delle più belle cime dolomitiche in una traversata emozionante e sempre diversa che riserva ad ogni “angolo” piacevoli sorprese. Dalla classica e conosciuta cima del Boè, punto culminante del Gruppo di Sella salita per la via normale, la discesa sul Colfosco-Corvara avviene per un itinerario davvero poco conosciuto e piuttosto complesso. Poi La Varella per chi non conosce a fondo le Dolomiti permette di addentrarsi in una zona veramente selvaggia e solitaria e la sua cima può considerarsi, senza esagerare, uno dei più bei balconi alpini.
Salendo il Piz Boè
Infine la salita al M. Cavallo ci proietta, in un crescendo di bellezza dei luoghi davvero notevole, in un ambiente ciclopico dove le cime delle Tofane appaiono in tutta la loro maestosità e dove la discesa verso la Val Travenanzes rappresenta il degno finale di una traversata che sa soddisfare anche i più sfrenati amanti della discesa, perché questo itinerario è pensato per fare delle salite scialpinistiche tradizionali alle quali abbinare discese tra le più remunerative di tutte le Alpi.
Provare per credere!
Impegno: *** BSA/OSA. Adatto a scialpinisti di provata esperienza ed in possesso di buona tecnica di discesa. Le salite richiedono sempre la percorrenza di tratti con i ramponi ai piedi e gli sci sullo zaino. I pernottamenti avvengono in esercizi molto confortevoli.

Pernottamenti: 1 BB e 1 rif.
Impegno: ***OSA
Prezzo: 380€ con 4 pers. (590€ con 2 pers.)
Altitudine max :3156m
Periodo ideale:febbraio-aprile
Tofana di Rozes da M.Casale

Programma giornaliero
Qualora la guida ritenga necessarie modifiche al programma le metterà in atto dopo essersi consultato con i membri del gruppo.
1giorno. Ritrovo al Passo Pordoi (Hotel Col di Lana, possibilità di pernottamento per chi vuole arrivare il g. prima. Tel .0462.601277) alle ore 9, verifica dei materiali e salita in Funivia al Sass Pordoi 2911 m.
Passo Limo, Fanes
Ascensione del Piz Boè 3156 m. (ca. 2.30 ore), lungo la cresta S e discesa attraverso la Roa de Pigolerz al Vallon, poi per la Val Litres (breve risalita-15 min.- ai piedi del Piz da Lech) a Colfosco-Corvara. Pernottamento in Bed & Breakfast in Alta Badia.Cena libera .

2. Dalla Cap. Alpina 1600 m. (S. Cassiano) si risale lungo l’ Alpe di Fanes Grande deviando per il Bus da Stlut e raggiungendo la Cima di La Varella 3034 m. (ca.4.30 ore). La lunga discesa termina all’ Alpe di Fanes 2050 m, pernottamento in Rifugio.½ pensione in Rifugio a Fanes.
Cresta La Varella
La Varella

3. Lasciato il Rifugio alle prime luci dell’ alba si risale il Vallon Bianco fino alla Forcella Monte Casale 2894 e da qui alla cima di Monte Cavallo 2912 (3.30 ore ca.) da dove con una delle più entusiasmanti discese di tutte le Dolomiti si scende in Val Travenanzes e poi a Fiames (Cortina d’ Ampezzo) dove l’ escursione ha termine.
Possibilità di rientro al Passo Pordoi organizzandosi con le auto proprie precedentemente o con skibus+impianti.

La quota comprende
La guida alpina, 2 pernottamenti (1 B&B e 1x mezza pens. in Rif.), Funivia Pordoi.
La quota non comprende
Forc. Monte Casale
Eventuali trasferimenti su strada, impianti extra, extra in genere e tutto quello non menzionato alla voce precedente.
Attrezzatura: sci, attacchi e scarponi da scialpinismo, pelli di foca, ramponi da ghiaccio leggeri, piccozza, rampant.

Iscrizioni: info@marcellocominetti.com